Infinite sfumature d'acqua

Infinite sfumature d'acqua

Protagonista di molte opere d'arte e fonte di ispirazione per intere generazioni di artisti, nei paesaggi di montagna l'acqua spesso compare come elemento rappresentato. Ma quante suggestioni visive e sonore può esprimere? Forza, fluidità, trasparenza, movimento. A seconda di come viene interpretata dall'artista e dall'osservatore, può trasmettere immagini e sensazioni contrastanti.

"Infinite sfumature d'acqua" è un prodotto digitale che sottolinea la capacità dei linguaggi artistici di evocare diverse proprietà dell'acqua: la forza, che può essere distruttiva come quella del mare in tempesta o leggera come quella di un ruscello di montagna; la capacità di trasmettere stati d'animo, dal dolore delle lacrime alla spensieratezza di un fiume che scorre; fino al bisogno per la vita dell'uomo, spesso evidenziato nelle opere d'arte dalla sua completa assenza.

E lo fa unendo virtualmente due collezioni artistiche dei musei della Provincia: il Museo di Arte Moderna Mario Rimoldi e il Museo Civico di Belluno, dove gli studenti hanno svolto un'esperienza laboratoriale che li ha portati a individuare una serie di quadri legati a queste proprietà dell'acqua. La collocazione delle opere all'interno di uno spazio virtuale e la creazione di un percorso di senso sono stati dettati dalla loro fantasia e rielaborazione creativa, sperimentando cosí in prima persona il ruolo di curatore museale nell'era digitale. Letture interattive delle opere, gallerie tematiche e musicali sono alcuni degli strumenti utilizzati, che mettono gli utenti a diretto contatto con la dimensione emotiva e sensoriale dell'arte.